Bicicletta

Definizione
I dizionari la definiscono “un veicolo con due ruote azionato dalla forza muscolare e mantenuto in equilibrio per effetto della coppia giroscopica delle ruote; usato per trasporto individuale su strada”.

La bicicletta è uno dei mezzi di trasporto più economici, non solo, oggi il traffico causato dal numero sconsiderato di autovetture circolanti nelle grandi città, ha dimostrato che la bici è il mezzo più veloce! La sua diffusione, nei primi decenni del sec. XX, è stata rapida e intensa dando vita a un gran numero d’industrie, spesso a carattere artigianale. E’ molto diffusa soprattutto nei paesi con basso indice di motorizzazione come diversi paesi dell’Africa, dell’Asia e dell’America Centrale e Meridionale, anche se l’automobile sta prepotentemente prendendo il suo posto.

La draisina
L’idea di costruire una macchina a spinta autonoma fu originaria probabilmente della Francia verso la fine del ‘700 quando fecero la loro comparsa vari modelli. Tuttavia fu solo tra il 1816 ed il 1818 che un veicolo rispondente a queste caratteristiche trovò la sua prima forma pratica grazie al barone tedesco Karl Friedrich Drais von Sauerbronn che ideò e costruì la draisine o draisina : un biciclo costituito da due ruote in legno, da un telaio di collegamento a cavallo del quale il guidatore dava la spinta puntando i piedi a terra e da un manubrio collegato alla ruota anteriore.La draisina divenne un passatempo in voga nella prima metà dell’Ottocento soprattutto in Francia.Il passaggio successivo verso la bicicletta fu il biciclo, realizzato nel 1855.

Il biciclo
Il biciclo era un veicolo caratterizzato da una ruota anteriore molto grande (fino a 1,50 mt. di diametro) e quella posteriore più piccola. Solo 15 anni dopo si adottarono le prime ruote uguali e nel 1884 l’inglese Starley realizzò il telaio per collegare manubrio, forcella anteriore, sellino, pedali e ruote. Dopo l’introduzione dei pneumatici, migliorati nel 1888 dal medico scozzese John Boyd Dunlop, l’evoluzione strutturale della bicicletta non registrò ulteriori progressi ed i perfezionamenti successivi riguardarono solo più le parti secondarie.

La prima corsa
Nel 1868 nacque a Parigi il Vélo Club che nello stesso anno organizzò al Parc de Saint-Cloud, la prima competizione ciclistica ufficiale. Nel 1869 ci fu la prima corsa su strada, la Parigi-Rouen di 123 km, con 109 concorrenti, fra cui tre donne.

In seguito nacquero le grandi corse che divennero leggendarie:

nel 1876: Milano-Torino,
nel 1890: Liegi-Bastogne-Liegi,
nel 1891: la Bordeaux-Parigi,
nel 1903: Tour de France
nel 1909: Giro d’Italia
nel 1913: Giro delle Fiandre,
nel 1907: Milano-Sanremo