Quando nasce?
Nel 1903 due meccanici di Dayton-Ohio, Wilbur e Orville Wright, costruirono il motore per il loro velivolo ed il 17 dicembre del 1903 compirono in un solo giorno 4 voli. Iniziava l’ era dell’aviazione! L’ apparecchio dei fratelli Wright era un biplano col timone di profondità posto anteriormente mentre quello di direzione si trovava posteriormente. Era sostenuto da due pattini che si appoggiavano scorrendo su di una rotaia di lancio.

In Italia, l’ing. Forlanini, dopo la riuscita esperienza del suo elicottero, che nel 1877 si sollevò senza passeggero fino a 13 m dal suolo, costruì vari modellini d’aeroplani che potevano volare fino a 180 metri per mezzo di piccoli razzi a polvere pirica. Un primitivo modello di aeroplano atto al trasporto di persone si vide in Italia solo nel 1905 grazie ad Achille Bertelli.

“Orville” nome di uno dei fratelli Wright, è il soprannome con cui la NASA ha battezzato un prototipo di aliante destinato a a volare nell’atmosfera di Marte. L’idea di far volare degli alianti su Marte è storia di ben 25 anni di studi, ma all’alba del Nuovo Millennio starebbe diventando realtà. Apparentemente simili a dei normali aeroplani, gli alianti come Orville, si potranno smontare, caricare su una nave spaziale e rimontare una volta raggiunto il pianeta. Telecamere e apparecchiature di rilevazione sofisticatissime per accertare la presenza di acqua permetteranno di accertare la possibile futura colonizzazione di Marte.

Inserto New EconomyN. 258, Il sole24Ore, 19/9/2001

Nel 1909 gli ingegneri Darbesio ed Origoni costruivano a Torino monoplani e biplani “Asteria”, sui quali alcuni dei nostri primi aviatori conseguirono il brevetto di pilota.

Le prime imprese e servizi…
Un ‘impresa che ebbe il plauso universale fu la traversata della Manica compiuta da Louis Blériot il 25 luglio del 1909 in 27 minuti, alla velocità cioè di circa 65 km/h. Il 23 settembre 1910 il peruviano Géo Chavez traversò il cielo delle Alpi da Briga a Domodossola, nella valle del Sempione con un volo rimasto memorabile e, purtroppo, conclusosi con la morte dell ‘aviatore.

Il primo trasporto
Nel 1919 tre idrovolanti americani trasvolarono l’ Atlantico a tappe da Terranova all’ Irlanda; nello stesso anno Ross Smith da Londra volava a tappe fino a Darwin (Australia). Ferrarin e Masiero, nel 1925, fecero un volo memorabile partendo su uno SVA da Roma raggiunsero Tokyo in 25 tappe e sempre nello stesso anno De Pinedo volò con un piccolo idrovolante percorrendo oltre 50.000 km: raggiunse l’Australia ed il Giappone. Nel 1927, il poco più che ventenne Charles Lindbergh volava, in solitario, da New York a Parigi con un piccolo monoplano, Ryan, conquistando il premio Orteig (25.000 dollari) e la simpatia di tutto il mondo.

Il primo esperimento di trasporto di posta risale al 1910 e venne attuato da G. Holt Thomas e C. Grahame-White, in Gran Bretagna, sul percorso Blackpool-Southport; a questo seguì un analogo servizio in Italia, sul percorso Bologna-Venezia-Rimini. Il primo invio di merci invece, pare trasportasse una cassa di lampadine, era il 1911. Partito da Shoreham con destinazione Hove (Gran Bretagna) fu compiuto da H. Barber. Infine, nel gennaio 1914 iniziò il servizio regolare di trasporto passeggeri, effettuato negli Stati Uniti dalla St. Petersburg-Tampa Airboat Line, con un idrovolante Benoist (37 km). In Europa il primo servizio regolare di trasporto a pagamento fu effettuato nel 1910 tra Friedrichshafen (lago di Costanza) e Düsseldorf con il dirigibile Zeppelin IV Deutchland, che poteva portare fino a 32 passeggeri.


La nascita delle compagnie

Quando sono nate le grandi compagnie aeree? Il trasporto aereo regolare ebbe inizio dopo la I guerra mondiale: nel 1919 fu fondata nei Paesi Bassi la prima delle grandi compagnie ancor oggi operanti, la K.L.M., che inaugurò nel 1920 il servizio Amsterdam-Londra. In seguito nacquero la belga Sabena (1923), la tedesca Lufthansa (1926), la Pan American e la russa Aeroflot (1932). In Italia i primi collegamenti aerei sperimentali (Roma-Napoli e Milano-Venezia) effettuati nel 1919, furono seguiti dalla costituzione di tre società di servizi aerei nel 1926, e di altre due società nel 1928. Già nel 1926 furono inaugurate cinque linee aeree: la Torino-Pavia-Trieste; la Genova-Roma-Napoli-Palermo; la Brindisi-Atene-Costantinopoli; la Venezia-Vienna e la Trieste-Zara. Nel 1934 quattro società vennero fuse in una sola, denominata Ala Littoria: già nel 1936 copriva rotte per oltre 21.700 chilometri.