Cook James

Cook JamesNavigatore inglese nato a Marton (Yorkshire) nel 1728 e morto alle isole Hawaii nel 1779. Fu uno dei maggiori esploratori della storia, a lui si deve la definitiva conoscenza delle terre del Pacifico centrale e meridionale. Rilevò con la massima precisione per l’epoca, la maggior parte degli arcipelaghi di quell’oceano, dimostrò l’inesistenza della Terra Australis, e Le sue scoperte geografiche posero le basi per l’ espansione coloniale nel Pacifico. Nel 1768 la Società Geografica Reale di Londra decise di inviare la nave Endeavour nell’Oceano Pacifico per osservare da una posizione più favorevole il passaggio di Venere davanti al Sole e il comando della spedizione venne affidato a Cook, già noto per le sue conoscenze astronomiche e geografiche. Salpato da Plymouth, circumnavigò l’America Meridionale raggiunse Tahiti, cartografò le Isole della Società (chiamandole così in onore della Società Reale che aveva patrocinato la spedizione), circumnavigò la Nuova Zelanda, e individuò lo stretto che porta il suo nome, scoprì poi le Isole Tubuai e la costa orientale dell’Australia. In seguito al felice esito della spedizione, gliene fu affidata una seconda (1772-75) con le navi Resolution e Adventure. Esplorò le isole di Tonga, Marchesi, Nuove Ebridi – odierno Vanuatu -, Nuova Caledonia e scoprì nell’Atlantico meridionale le Sandwich Australi e giunto sino a 71º10′ lat. S, dimostrò l’inesistenza delle vaste terre che si supponeva collegassero l’Australia all’Antartide.
Nel 1776 Cook organizzò la terza spedizione a bordo della Resolution e della Discovery, con l’obiettivo di cercare il passaggio marittimo di NW tra gli oceani Pacifico e Atlantico. Circumnavigò l’Africa, arrivò in Nuova Zelanda e Tahiti, scoprì parte delle isole che poi avrebbero preso il suo nome e le isole Sandwich, odierne Hawaii (1778), e, raggiunte le coste nord-occidentali dell’America Settentrionale, risalì il litorale dell’Alaska, esplorando lo stretto di Bering sino a 70°44′ lat. N, ma i ghiacci gli impedirono di proseguire la ricerca del passaggio. Volta allora la prua a S, decise di svernare alle Hawaii, dove fu ucciso dagli indigeni nel corso di una sommossa.
Bibliografia
J. Carruthers, Captain James Cook, Londra, 1930
G. Campbell, Captain Cook, Londra, 1936
A. Villiers, Captain James Cook Seefahrer und Entdecker, Amburgo, 1971